Facebook oltrepassa diritto dell'UE, Monitoraggio cookie inviati a tutti i visitatori

Facebook oltrepassa diritto dell'UE, Monitoraggio cookie inviati a tutti i visitatori

Essendo uno dei più popolari social network (se non il più) nel World Wide Web, Facebook rende i titoli sovente. Forse più spesso di quanto gli piace, soprattutto quando un fotogramma negativo di riferimento è presente. Il problema di sicurezza è stato nuovamente risorto, provocato dalla relazione belga di agenzia per la protezione dei dati.

I ricercatori belgi hanno rivelato che tutte le persone in visita Facebook.com, non importa se sono registrati o no, vengono seguiti da tracking cookie. Il monitoraggio avviene, anche se l'utente ha scelto di non tracciamento nell'UE, con l'aiuto del sito web European Digital Advertising Alliance. Tale spiare l'attività dell'utente è stata determinata illegale dalla legge europea.

Professionisti di sicurezza Versus Facebook

Il team di sicurezza ha raccolto professionisti provenienti da diverse organizzazioni come il Centro di Diritto Interdisciplinare e ICT (ICRI) e il dipartimento di sicurezza informatica e crittografia Industrial (Cosic) presso l'Università di Lovanio, i media, Dipartimento Informazione e Telecomunicazioni (Smit) presso la Libera Università di Bruxelles. Gli esperti sono stati invitati ad analizzare la questione dopo la relazione esposta di Facebook sulla privacy è in contrasto con la normativa europea.

Questo è il modo in cui quindi scoperto che Facebook vale cookie per tutti i visitatori, non importa se sono registrati o no. La polemica è rafforzata con l'uso di plug-in sociali su più di 13 milione di pagine. Un processo che invia i cookie traccianti al social network anche quando non c'è comunicazione con la pagina. Questo viene fatto per il marketing digitale e motivi di pubblicità, in contrasto con la Legge Privacy UE.

Quando il monitoraggio è in qualche modo coinvolta, in numero prevalente di casi l'utente deve aver dato il consenso precedente. Inoltre, la legge europea obbliga siti web per informare gli utenti quando è richiesto l'uso di cookie in modo che gli utenti possono decidere come procedere.

Reazione di Facebook

La risposta di Facebook per il rapporto è molto dispiaciuto, per non dire altro. Il loro portavoce ha condiviso che il 'relazione contiene inesattezze fattuali'E'gli autori ci hanno mai contattato ... non hanno fatto invitare il nostro commento sulla relazione prima di renderlo pubblico.

Gli irlandesi Incaricato protezione regola Facebook per assicurarsi che la rete sta agendo in considerazione la direttiva sulla protezione dei dati.
D'altronde, il team di esperti del Belgio si attacca con le loro scoperte, e aggiunge che Facebook non li ha contattato a tutti.

Altri specialisti della sicurezza ricordano che nella fattispecie Facebook è l'ennesima prova di influenti compagnie americane oltrepassare le leggi dell'Unione Europea.