Anti-Censura Attivista Gruppo GreatFire.org Sotto attacco DDoS

Anti-Censura Attivista Gruppo GreatFire.org Sotto attacco DDoS

GreatFire.org, un gruppo di attivisti dedicato a portare la trasparenza al Great Firewall of China, hanno appena vissuto la loro prima Distributed Denial of Service (DDoS) attaccare a partire dal marzo 17, secondo il loro sito ufficiale.

Greatfire.org Sotto attacco DDoS

Al momento, GreatFire stanno vivendo 2.6 miliardi di richieste per ora (su 2500 volte di più di quello che è considerato 'normale'), ed i loro siti web sono semplicemente non in grado di gestire questo tipo di volumi.

"Questo tipo di attacco è aggressivo ed è una mostra di censura con la forza bruta. Gli aggressori ricorrono a tattiche di questo tipo quando sono lasciati senza altre opzioni,"Hanno detto.

L'obiettivo è lo specchio siti GreatFire creato per gli utenti cinesi di accesso bloccato sensibile per il governo cinese content.

Nessuna informazione su chi c'è dietro l'attacco è ancora disponibile, ma a quanto pare, GreatFire sono stati sotto pressione per qualche tempo. Sono stati anche chiamati "un sito anti-Cina" pubblicamente, e il sospetto che l'attacco è in una risposta di un articolo del Wall Street Journal sui attivisti della libertà di parola utilizzando il cloud computing per aggirare cinese Great Firewall.

Il gruppo di attivisti ha utilizzato Amazon.com per ospitare i siti mirror. Da questa parte, se il governo cinese decide di bloccare questi siti web, causerà "danni collaterali" e potrebbe bloccare i server di Amazon, che sostengono un gran numero di imprese.

Al fine di continuare le operazioni relative alla tutela della libertà di parola, il gruppo anonimo chiede al pubblico per mostrare Amazon sostengono la causa del GreatFire.

"A causa del numero di richieste che stiamo ricevendo, i nostri costi di banda sono saliti a USD $30,000 al giorno. Amazon, che è il servizio che stiamo usando, non ha ancora confermato se rinunceranno questo. Se non rinunciano questo, questo metterà una stretta significativo sulle nostre attività,"Hanno aggiunto.

Gli attivisti sono riusciti a liberare alcuni siti importanti come Boxun, Deutsche Welle e Google al fine di fornire agli utenti l'accesso alle informazioni on-line, utilizzando il loro metodo open source unico di garanzia freedom.In aggiunta, la settimana scorsa, Reporter senza frontiere, una ONG con sede a Parigi, ha approfittato del loro metodo e sbloccato nove siti web in tutto il mondo, tra cui due in Cina - Mingjing News e il Tibet Post.

Attacchi DDoS

Gli attacchi DDoS sono un tentativo dannoso di interrompere un servizio online, risorsa, un server, ecc. sovraccaricandola di traffico proveniente da più fonti.

Secondo digitalattackmap.com:

  • È possibile acquistare un DDoS attacco di una settimana sul mercato nero per $150, che è in grado di prendere una piccola organizzazione offline
  • Più di 2000 attacchi DDoS quotidiani si verificano in tutto il mondo
  • 1/3 di tutti i tempi di inattività incidenti appartengono attacchi DDoS

Al fine di generare traffico pesante da più risorse, gli hacker devono prima creare una rete di computer infetti (botnet). Per farlo, si diffondono il malware attraverso siti web, e-mail, file, ecc. Il software dannoso infiltrato serve come backdoor per gli hacker di accedere ai computer infetti e di prendere il controllo in remoto. Per ottenere la migliore idea, ci sono botnet composte da milioni di macchine!

L'esercito di computer infetti è pronto ad attaccare. Le botnet generare traffico mandando molte volte più richieste di connessione a un server che può gestire.